EDUCAZIONE NELLE SCUOLE


Anche per il nuovo anno scolastico 2016/2017 c’è la possibilità di iscriversi gratuitamente al progetto “Dalle mucche ai formaggi: sarà questa la Via Lattea?”, di e con Stefania De Carli, grazie all’importante sostegno della Latte Trento.
L’iniziativa è rivolta prevalentemente alle scuole medie di tutto il territorio provinciale ed è a numero chiuso.
Le due ore del progetto sono un concentrato di informazioni, stimoli e riflessioni sul territorio dove abitiamo; sugli stretti legami che intercorrono fra allevamento, agricoltura, turismo, ambiente e le nostre scelte anche in ambito alimentare; sulla filiera lattiero-casearia e sull’utilizzo dei nostri sensi per apprezzare meglio ciò che mangiamo.

Progetto “Dalle mucche ai formaggi: sarà questa la Via Lattea?” di e con Stefania De Carli

Mentre nel mondo la deforestazione procede, portando con sé cambiamenti climatici, desertificazione e altri effetti più o meno inquietanti, sull’arco alpino e dunque anche qui da noi in Trentino il bosco si sta riappropriando di muretti a secco e terrazzamenti, destinati fino a qualche decennio fa (o anche meno) alle coltivazioni.
Cosa c’entrano la deforestazione, l’avanzata del bosco e i muretti a secco, direte voi?!
C’entrano, c’entrano…
Perché parlare di latte e formaggi, significa inevitabilmente aprire uno sguardo sul territorio, sulle persone che ci abitano e ci lavorano, ma anche su quelle che semplicemente vi transitano. Niente di strano per chi ha una certa età, mentre una scoperta entusiasmante e coinvolgente per i nostri ragazzi, che da soli non riescono nemmeno ad immaginare certe connessioni ormai quasi del tutto perdute.

Ricomincia la scuola


Con semplicità, ma anche con una certa abilità, si “portano” in classe agricoltura, turismo e ovviamente allevamento: non più settori separati, ma anelli di una stessa collana – proprio quella che sostiene e valorizza il nostro territorio trentino.
Ecco che ora risulta chiaro anche a dei ragazzini delle scuole medie come le scelte quotidiane di noi consumatori possano contribuire in modo determinante al bene-stare della nostra economia e dunque dell’intera regione.

Dall’allevamento ai formaggi il passo è breve. Una leggenda e qualche cenno di tecnica lattiero-casearia permettono di affrontare il tema da altri punti di vista, anche piuttosto pratici: come viene fatto il formaggio, quali sono le variabili che portano ad avere prodotti tanto diversi, ma anche come e perché scegliere un tipo di latte piuttosto che un altro.
La degustazione finale, poi, fa toccare con mano quanto raccontato fino a quel momento e offre pure lo spunto per qualche cenno di educazione alimentare, alla salute e al gusto.

 

Per informazioni e/o prenotazioni contattare Stefania De Carli al numero 320 1545174 o via email all’indirizzo stefaniadecarli@yahoo.it